La periodicità degli accertamenti e la scelta degli stessi viene determinata dal Medico Competente in base alle mansioni svolte dai singoli lavoratori. Il D.Lgs. 81/08 prevede la compilazione da parte del datore di Lavoro della Cartella Sanitaria nella sezione inerente la valutazione del Rischio sul luogo di lavoro.


•    Screening oculistico
•    Visita medica
•    Valutazione della funzionalità del rachide


Accertamenti strumentali a discrezione del medico:
•    Audiometria (se Lep d > 85 dB(A)
•    Spirometria (se esposti a fumi, vapori, polveri o nebbie)
•    E.C.G. (periodicità a discrezione del medico ogni 2-3 anni).


Controlli aggiuntivi a discrezione del medico:
•   Analisi ematochimiche di routine (emocromo completo, azotemia, glicemia, GAMMA GT, GPT, GOT);
•   Come predisposto dall’art. 41 comma 4 del D. Lgs. 81/08 le visite mediche "sono altresì finalizzate alla verifica di assenza di condizioni di alcool dipendenza e di assunzione di sostanze psicotrope e stupefacenti" per alcune specifiche categorie di lavoratori:
•   EMOCROMO COMPLETO, GAMMA GT, GOT, GPT+ CDT (transferrina decarboidrata);
•  Test che verifichi assenza di sostanze psicotrope e sostanze stupefacenti: cocaina, amfetamina, metamfetamina (compreso ecstasy), marijuana (compreso cannabis), oppiacei (compreso eroina) e penciclidine.


Ulteriori accertamenti sanitari annuali per i lavoratori esposti a rischio chimico (art. 229 D.Lgs. 81/2008 in attuazione della direttiva 98/24/CE sulla protezione della salute e della sicurezza dei lavoratori contro i rischi derivanti da agenti chimici durante il lavoro):
Profilassi antitetanica (Legge 20/03/1968, n°419; Legge 05/03/1963, n°292 e artt. 279, 280, 281 D.Lgs. 81/08):


La profilassi viene effettuata in tre momenti diversi:
•   La prima iniezione all'inizio della profilassi
•   La seconda tra il primo e il secondo mese successivi
•   La terza tra il sesto e il dodicesimo mese
Tale profilassi ha una durata temporale di cinque anni.