Nel 1991 per la prima volta l’allergologo Kaplan fece la distinzione tra allergia e intolleranza alimentare, sottolineando come in quest’ultima non ci sia produzione di IgE e di Istamina. Difetti metabolici, errati stili di vita, stress, assunzione di alcuni farmaci, assunzione precoce di latte vaccino, possono favorire la loro insorgenza. Le intolleranze sono la reazione dell’intestino che non riesce a tollerare alcune sostanze come grano, latticini, uova, ecc… le intolleranze si manifestano gradualmente e non in modo violento, sono sempre associate alla quantità dell’alimento che viene ingerita. Il paziente non manifesta subito i sintomi ma affiorano con il tempo presentandosi come problemi gastrointestinali, dermatologici e respiratori.
I due più comuni tipi di intolleranza sono quella al lattosio (principale zucchero contenuto nel latte) e al glutine (contenuto in alcuni dei cereali più comuni nella dieta mediterranea).
Per la diagnosi dell’intolleranza al lattosio, il laboratorio analisi EMOLAB dispone del Lactase H2 breath test, metodica non invasiva, di semplice esecuzione, basata sull’analisi cromatografica quantitativa dell’idrogeno rilasciato dalla flora batterica intestinale in campioni di aria espirata.

 

 

REFERTI ONLINE